Per modificare questa pagina devi aver effettuato il login.
Accedi oppure Registrati


Editoriale

Uno sguardo ai misteri dell'archeologia, un sorso di tè cinese e qualche seria riflessione sull'uso delle marmitte catalitiche. Qual'è il nesso che lega assieme tre argomenti così diversi e inusuali?
Probabilmente nessuno, dirà il lettore. Eppure proprio di nesso (tradotto in inglese: NEXUS) si tratta. Quello che leggerete in queste pagine è di fatti il primo numero dell'edizione italiana di NEXUS. Un numero volutamente ridotto e compresso rispetto all'originale in lingua inglese, già venduto con successo in Australia e Stati Uniti, e distribuito da anni in Gran Bretagna e Olanda. Perché ridotto? Non certo per penalizzare il pubblico italiano, ci mancherebbe. Al contrario, proprio per dargli la possibilità di farne un assaggio, sì insomma una specie di offerta-prova come se ne vedono ai supermercati, a un prezzo assolutamente promozionale: meno della metà.
Tanto per restare in tema di supermercati, un'altra domanda il lettore se la starà già facendo: con tutti i giornali che ci sono, c'era proprio bisogno dell'edizione italiana di NEXUS? La risposta (nostra) è ovviamente sì, e per almeno quattro buoni motivi.
Primo, perché la rivista-madre ci ha conquistati subito, fin dalla prima volta che l'abbiamo letta, quasi per caso, durante un viaggio negli Stati Uniti. Per caso, ma non a caso: NEXUS è difatti un prodotto decisamente valido, presente sul mercato da anni, conosciuto e accreditato a livello internazionale. E il fatto di proporlo ora all'attenzione del pubblico italiano, be', un po' di orgoglio senz'altro ce lo dà.
Secondo, perché NEXUS è una rivista indubbiamente originale. Se è vero difatti che in Italia c'è una fetta del mercato orientata su temi e argomenti paralleli, è altrettanto vero che non esiste finora una pubblicazione che possa essere definita in tutto e per tutto simile.
Terzo, perché i tempi - siamo o no alle soglie del Terzo Millennio? - sono maturi per allargare gli spazi di comunicazione e per dare così risposta alla richiesta (crescente) di punti di vista differenti.
Quarto, perché ci piace l'idea stessa che sta alla base dell'edizione italiana di NEXUS. Quella cioè di non proporsi come un vangelo o una verità assoluta, ma soltanto come una delle tante verità possibili. In definitiva: qualcosa che serva al lettore per costruirsi un'opinione propria sui fatti, a patto però di mettere in gioco anche la sua critica e la sua riflessione personali. Che è poi, diciamolo, il fondamento di ogni buona teoria scientifica.
Che altro? Ah sì, le rubriche. Per i motivi di cui s'è detto, in questo numero sono ridotte all'osso. Manca per esempio tutto l'inserto italiano (ma ci sarà a partire dal prossimo numero) così come gli annunci, le piccole pubblicità e la rubrica delle lettere. Rubrica per la quale è già pronta la cassetta della posta: un'occasione per contribuire a rendere più italiano il taglio della rivista. E per scoprire assieme quei nessi che ancora ci sfuggono.

Furio Stella

Desidero dare un caldo benvenuto ai nostri lettori italiani!
Se vi piacciono i contenuti di NEXUS, sentitevi liberi di mandarci articoli, notizie e informazioni, tramite la nostra redazione italiana: tutto il materiale interessante sarà preso in considerazione.
Arrivederci al mio editoriale, sul prossimo numero!

Duncan M. Roads