Per modificare questa pagina devi aver effettuato il login.
Accedi oppure Registrati



L'esperimento di Tesla per la generazione di elettricità

Numero Nexus #1
Pagine 21-22
Data di uscita agosto-settembre
Anno 1995
Autore Antony Hansen


In passato, su NEXUS, ho menzionato brevemente il lavoro che Nikola Tesla effettuò a Colorado Spring, che anche oggi non è stato realmente compreso, e in molti casi nemmeno conosciuto.
L'interrogativo è: cosa stava combinando Tesla a Colorado Spring? Ritengo che se si guarda all'attività di Tesla, risulta ovvio che ponesse la più alta priorità sull'energia, in particolar modo sull'energia pulita. Ciò è evidenziato dai suoi sforzi che , infine, risultarono in uno dei suoi migliori sistemi per supplire energia: la prima centrale energetica al mondo ad utilizzare energia riciclabile e pulita, nella fattispecie, le cascate del Niagara, un monumento permanente a quello scienziato.
Avendola resa una realtà, egli comprese che forse c'era una falla inerente a questo sistema per la produzione di energia, altrimenti quasi perfetto.
Come rimarcò lo stesso Tesla, il punto debole era la necessità di linee elettriche per distribuire l'energia alle zone dov'era richiesta. Ovviamente, le linee elettriche svolgerebbero piuttosto bene questo compito, se non fosse per le seguenti obiezioni:# Il costo per fornire ed installare le .linee di trasmissione di energia è alto, ed esse richiedono inoltre molta manutenzione.# Ci sono molti e reali pericoli relativi alle radiazioni emananti 'dalle linee elettriche (che sono stati ben documentati, con nuove, raccapriccianti storie che saltano fuori praticamente ogni mese) in particolar modo perchè la frequenza operativa è di 50/60 cicli, che Tesla non volle mai usare.# Sono strutture sgradevoli a vedersi, e potrebbero essere definite un inquinamento visivo.# Malgrado i metodi di trasmissione ad alto voltaggio di Tesla (molto efficienti, se comparati con i primi sistemi a corrente continua), essi richiedono parecchia potenza per far funzionare l'apparato. Intendo dire con questo, che c'è ancora molta resistenza nel sistema di trasmissione. Il risultato finale è uno spreco di energia.Tesla era ben cosciente di tutto questo, e dopo un sacco di studi e ricerche, pervenne ad una delle sue più profonde scoperte: che la Terra è un conduttore di elettricità molto migliore di qualsiasi linea elettrica; L'assunto precedente andrebbe ben meditato. Ciò che significa è:# Nessuna necessità di linee elettriche.# Le comunicazioni telefoniche potrebbero essere condotte usando la Terra come conduttore.# Radio, televisione, fax, ecc. possono essere trasmessi tramite il terreno.Riflettendo sugli esempi precedenti si può vedere che, una volta attuato, tale sistema costituirebbe un passo gigantesco nell'uso delle comunicazioni e dell'energia. L'altro problema da tenere in considerazione è: perché tale sistema non viene usato? Tutto ciò che posso dire è che voi, come lettori, dovete trarre le vostre conclusioni.
Qualcuno di voi potrebbe dire "Forse non funziona". Se è così, non sono d'accordo, per le seguenti ragioni:
La Terra è stata usata per lungo tempo come conduttore di ritorno, in sistemi come i circuiti telegrafici. Inoltre, è interessante notare come il circuito di ritorno ha molta meno resistenza della linea telegrafica.
È anche più o meno risaputo che, dandole una mezza possibilità, l'elettricità tende sempre a fluire verso terra, come l'acqua che scorre da un pendìo. L'acqua, se potesse, scorrerebbe giù fino agli oceani. Così come i mari del pianeta sono i serbatoi dell'acqua, io ritengo che la Terra sia il serbatoio originale dell'elettricità.
Consideriamo la faccenda in un altro modo. Cosa succede quando i fulmini colpiscono il terreno? Una delle leggi basilari della fisica, è che l'energia non si può creare né distruggere.
Bene, se le cose stanno così, presumibilmente è la Terra ad accumulare questa energia.
Un altro modo di considerare tutto, è il seguente: Viviamo su un pianeta dal diametro approssimativo di 9.000 miglia; all'equatore, ci muoviamo approssimativamente a 1.200 miglia all'ora, o 1.100 piedi al secondo (Circa 350 metri, NdT). La Terra non potrebbe forse essere un gigantesco generatore rotante, con un polo nord e un polo sud, e apparentemente piena di elettricità? In altre parole, ogni generatore rotante è una replica in miniatura della Terra.
Un ultimo commento: ci sono state molte testimonianze relative a fulmini che balzavano fuori dal terreno verso il cielo. Ciò dimostra chiaramente che la Terra è caricata ad un potenziale o voltaggio davvero elevato.
Così, noi stiamo, viviamo, viaggiamo sul massimo sistema per le comunicazioni e la produzione energetica senza neanche, nella maggior parte dei casi, esserne consapevoli.
Un'altra considerazione della massima importanza: possiamo continuare a bruciare combustibili fossili e distruggere questo meraviglioso pianeta, la nostra sola casa?
Chiunque è consapevole di quanto siano serie queste realtà.
Tesla era molto preoccupato, e fece del suo meglio per correggere questi problemi.
Io li considero come un test per il genere umano; e sino a quando non li risolveremo, qui sulla Terra, non conquisteremo mai mondi lontani nell'immensità galattica che, credo, sia l'autentico destino dell'umanità.