La scoperta di una fonte superiore di energia magnetica spaziale

Numero Nexus #1
Pagina 23
Data di uscita agosto-settembre
Anno 1995
Fonte © 1995 Antony Hansen
PO Box 1682
Toowong, Qld 4066, Australia


(Le notizie a proposito di questa scoperta furono rilasciate per la prima volta alla Conferenza di NEXUS, a Sidney, domenica 26 Marzo '95, e furono il punto culminante della presentazione di Adams.
Lo scienziato Robert Adams, di Whakatane, Nuova Zelanda, ha intrattenuto per lungo tempo un rapporto di collaborazione nella ricerca col suo stimato amico e collega, Capitano (in pensione) Bruce Cathie, un ricercatore, internazionalmente riconosciuto, nel campo delle energie gravitazionali ed elettromagnetiche).

Bruce ed io giungemmo, oltre dieci anni fa, alla conclusione che se avessimo combinato la teoria di Cathie sul campo armonico unificato, con la tecnologia magnetica Adams, avremmo ottenuto il massimo nella progettazione. di motori elettrici e generatori, con il risultato di una macchina con un grado di efficienza molto alto. Nel corso di questi dieci anni di ricerche intensive, le equazioni di Bruce sono state inglobate nella nostra ricerca congiunta.
Nell'ultimo periodo del 1994, le nostre previsioni sono diventate realtà, ma con un premio enorme alle nostre fatiche che stava per seguire. Poco dopo questo successo, decisi di condurre un certo lavoro sperimentale sulla base di un sospetto che avevo, ma il risultato fu completamente l'opposto di quello che mi aspettavo.
Feci invece una scoperta incredibile, un metodo per costruire con successo materiali magnetici che incrementasse il loro potenziale energetico di quattro volte. Questa tecnologia si applica a materiali magnetici di qualsiasi composizione.
Poiché nessuna forza elettromagnetica esterna, di qualsiasi tipo, viene applicata per causare il massiccio incremento di energia risultante, risulta allora evidente che questo forte incremento di energia viene attinto dallo spazio/gravità. Una volta che tale sistema nella costruzione del magnete venga adoperato, l'apparecchio tende a curvare lo spazio, creando vortici di enorme potenza, che a turno raggiungono un punto zero/tempo negativo al loro interno. Nel caso di un magnete quadrato, emergono quattro vortici molto potenti. Anche con un magnete di piccole dimensioni, diciamo tre quarti di pollice quadrato, l'energia è tale che risulta parecchio difficile perfino tentare di tenere un cacciavite giù nel centro del vortice.
Citiamo dal manoscritto dell'inizio del 1994, dell'ultimo libro di Bruce Cathie, The Harmonic conquest of Space (1995, pagina 138, periodo l e 2):
"Il lavoro nel quale siamo ora entrambi impegnati, è accertare a quale grado possiamo combinare le teorie armoniche unificate, da me elaborate nel corso delle mie ricerche, con la costruzione delle macchine a impulso Adams di tipo avanzato".
"Noi crediamo che il massimo risultato nella progettazione di motori generatori, possa emergere da questa collaborazione, I livelli di efficenza sono già stati aumentati, ma il lavoro è ancora in corso e sembra ci siano sempre nuove sorprese dietro l'angolo".