La sindrome della Guerra del Golfo: il mistero è svelato?

Numero Nexus #1
Pagina 11
Data di uscita agosto-settembre
Anno 1995
Fonte The Guardian Weekly, 23 Aprile 1995
"The Olympian", 10 Marzo 1995
The Leading Edge #80", Marzo 1995
New Scientist, 22 Aprile 1995


Il Pentagono ha confermato che i sintomi della Sindrome della Guerra del Golfo, riportati da più di 50'000 veterani, potrebbero essere stati causati da "medicine precauzionali" somministrate a truppe alleate, e non da azioni nemiche.
Uno studio della Duke University, fondata dal miliardario texano Ross Perot, fornisce il primo scenario plausibile di ciò che potrebbe essere accaduto. Gli esami mostrano come le iniezioni, le pillole contro il gas nervino, più gli insetticidi (usati per saturare tende ed uniformi) sono più tossici quando usati in combinazione uno con l'altro. Mentre il Pentagono insiste che non ha prove che dimostrino l'uso di armi chimiche o biologiche da parte dell'Iraq durante la guerra, il governo statunitense, al contrario di quello britannico, ora accetta che la Sindrome della Guerra del Golfo è una autentica indisposizione, per la quale i veterani hanno diritto, come indennità di invalidità e sovvenzioni per cure mediche, sino a 1'823 dollari al mese. Nel frattempo, il dipartimento dell'agricoltura americano ha appoggiato il licenziamento dello scienziato James Moss, il quale stava esaminando la possibilità che un insetticida per uso personale, dato ai membri delle forze armate durante la Guerra del Golfo, quando combinato con un repellente contro il gas nervino, anch'esso fornito a qualcosa come 400'000 militari, potrebbe aver causato la Sindrome della Guerra del Golfo. Gli ufficiali del dipartimento dell'agricoltura sostengono che Moss abbia abusato della sua autorità, ed il suo progetto "non è stato autorizzato attraverso i canali appropriati".