Per modificare questa pagina devi aver effettuato il login.
Accedi oppure Registrati



Controversia sulla predizione di terremoti

Numero Nexus #2
Pagina 7
Data di uscita ottobre-novembre
Anno 1995
Fonte Nature, vol. 375, 22 Giugno 1995


Il terremoto di magnitudine 6,1, avvenuto nella Grecia sud occidentale a metà Giugno, che ha demolito due palazzi e ucciso 20 persone, ha gettato benzina sul furioso dibattito scientifico, concernente un controverso metodo che afferma di poter prevedere terremoti misurando l'aumento di attività elettrica nel terreno.
Panayotis Varotsos, dell'Università di Atene, che ha sviluppato tale tecnica, conosciuta come VAN, accusa i sismologi greci di "giocare con la vita della gente" negando la validità scientifica del suo metodo. Varotsos dice che usando il metodo VAN, ha previsto correttamente la magnitudine, il periodo ed il luogo dei tre più recenti terremoti in Grecia. Ha spedito informazioni via fax sul periodo previsto e sulla magnitudine di ogni terremoto a 29 istituti sismologici in tutto il mondo.
Mentre gli "esperti" europei stanno discutendo sulla validità della sua teoria, i giapponesi stanno investendo nella tecnica VAN. L'Agenzia Meteorologica Giapponese ha annunciato che investirà quasi tre milioni di US $ per allestire 20 stazioni di rilevazione nell'area di Kobe, per misurare le correnti elettriche nella Terra presso faglie attive, con altre sette stazioni per l'osservazione dei campi magnetici.