La cometa Hale-Bopp, per il non astronomo

Numero Nexus #3
Pagina 7
Data di uscita gennaio-febbraio
Anno 1996
Fonte Charles S. Morris, e-mail: mailto:csm@encke.jpl.nasa.gov
Stan Deyo's ("WATT's News", no. 2, Settembre 1995)


La cometa Hale-Bopp (C/1995 01) fu scoperta il 23 Luglio 1995 da Alan Hale, New Mexico, e Thomas Bopp, Arizona.
L'Orbita di questa cometa è di lungo periodo - circa 3.250 anni. Sinora ha viaggiato lungo il sistema solare interno, cioè non è una nuova cometa dalla Nube di Oort. La sua orbita è un'ellisse molto allungata, e la cometa è parte del nostro sistema in orbita intorno al sole. Ci si aspetta che tale cometa raggiunga il punto più vicino al sole (perielio) alle ore 15,4 UTC del 1 Aprile 1997 (non è uno scherzo!). In quel momento si troverà a circa 0,913 unità astronomiche dal sole (una UA = circa 150 milioni di chilometri, la distanza tra il sole e il nostro pianeta), o approssimativamente a 137 milioni di chilometri da quest'ultimo. Non è particolarmente vicino, ma ogni cometa che giunge entro un'unità astronomica dal sole ha una possibilità di inscenare un bello spettacolo.
Essa raggiungerà la distanza minima dalla Terra il 23 Marzo 1997, e cioè 194 milioni di chilometri: non molto vicino anche in questo caso! La cometa intersecherà l'orbita terrestre? Be, si e no... Essa si avvicinerà più al Sole che alla Terra, ma in effetti non incrocerà fisicamente nessun punto nello spazio occupato dal nostro pianeta: pertanto non può centrarlo!
La cometa sarà maggiormente visibile dal1'emisfero sud (e dalle più basse latitudini nord) eccetto quando ci si aspetta sarà più brillante. Nel Marzo e nell'Apri1e 1997 sarà osservabile facilmente solo dall'emisfero settentrionale.
Ci sono stati resoconti che questa cometa è molto grossa.
Effettivamente, il suo cuore - il nucleo - è oscurato dalla polvere e dal gas che compongono la testa della cometa. Nessuno sa quanto sia grosso: non si può vedere! I nuclei delle comete variano in dimensione da pochi chilometri o più piccoli, ad oltre 160 in diametro. La lucentezza della cometa non è sempre direttamente correlata alla dimensione del nucleo. Questo perché, solitamente, solo una frazione della superficie di quest'ultimo è attiva. È possibile che questa cometa abbia un piccolo nucleo con la maggior parte della sua superficie che emette polvere e gas, come pure che abbia un grosso nucleo con in attività solo una piccola regione. Proprio non lo sappiamo.