Per modificare questa pagina devi aver effettuato il login.
Accedi oppure Registrati



Il microchip che potrebbe farvi saltare la testa

Numero Nexus #30
Pagina 9
Data di uscita luglio-agosto
Anno 2000
Fonte 76805.Html?nav_src=newslndexHeadline Ananova, 5 ottobre 2000


Secondo un esperto in intelligenza artificiale, un nuovo microchip appena sviluppato, impiantato nel corpo, consentirà a due persone di condividere reciprocamente il dolore, il movimento e persino l'eccitazione sessuale. Il suo inventore, il professore Kevin Warwick, afferma che il microchip potrebbe persino vedere banditi dalla camera da letto gli "orgasmi finti" e porre fine alla battaglia dei sessi.
Progettato come un impianto per il corpo, il chip trasmetterà segnali dal sistema nervoso di una persona a quello di un'altra tramite un'incisione sul braccio, consentendo all'una di sentire quello che sente l'altra. Un trasmettitore è connesso ai nervi nel centro del braccio, ed i chip sono poi collegati tramite un normale computer.
Oltre ai possibili benefici per le coppie, il prof. Warwick ha anche valutato il possibile danno che potrebbe essere provocato dalle prime sperimentazioni.
"Il maggiore problema, oltre a possibili danni ai nervi e alla perdita di movimento o sensibilità, è mentale," ha detto. "Il cervello sarà in grado di adattarsi? Il rischio maggiore è che si potrebbe impazzire."