deBriefings - Un dizionario degli attivisti per tradurre il gergo WTO (dall'Orwelliano all'italiano)

Numero Nexus #30
Pagine 10-11
Data di uscita luglio-agosto
Anno 2000
Fonte Jim Puckett ©1999
Scritto da Jim Puckett ed estratto dalla sua pubblicazione dell'ottobre 1999, "When Trade is Toxic: The WTO Threat to Publie and Planetary Health", un progetto di Asia Pacific Environmental Exchange (APEX) (tel. +1 206 720

6426, e-mail apex@seanet.com) e Basel Action Network (BAN) (e-mail info@ban.org, sito web www.ban.org).


Indice


Accordo sull’Approvvigionamento Governativo (AGP)

Un accordo che impedisce ai contribuenti di specificare come vogliono che vengano spesi i soldi delle loro tasse (cioè, in prodotti equi e sostenibili).

Accordo sugli Standard Sanitari e Fitosanitari (SPS)

Un trattato internazionale che sembra disperatamente astruso, ma si dà il caso che amministri l'integrità di tutti gli alimenti che mangiamo ed il rischio derivante da tutte le malattie che potremmo contrarre!
Al suo interno vi sono numerose proibizioni contro le restrizioni al commercio, compreso un concertato scardinamento del Principio Precauzionale, consentendo in tal modo all’inquinamento chimico e alle malattie di entrare nei nostri alimenti e nei prodotti agricoli.

Risoluzione delle Dispute

Sotto l’Organizzazione Mondiale del Commercio, ogni paese può impugnare una legge nazionale rivolgendosi alla giuria per le dispute del WTO.
Questa giuria di solito consiste di tre avvocati in diritto commerciale che deliberano in segreto senza la partecipazione dei gruppi di azionisti, a meno che non sia richiesto.
La decisione dei tre è vincolante, e può sovvertire leggi decise democraticamente da molti milioni di cittadini.

Commercio Equo

Un termine per definire regole commerciali alternative che potrebbero fare distinzioni che favoriscono il commercio responsabile e sostenibile nei confronti di quello che non lo è.

Percorso Veloce

Globalizzazione senza rappresentazione. Un mezzo tramite il quale il governo statunitense può ampiamente limitare dibattiti, udienze congressuali e la possibilità di emendamenti sugli accordi commerciali internazionali e permette al Congresso soltanto un pollice in su o in giù sull’intero pacchetto.

Libero Commercio

Commercio senza leggi.

GATT

L'Accordo Generale su Tariffe e Commercio, il tumore che il primo gennaio 1995 è andato in metastasi trasformandosi in quel cancro che è il WTO.

Globalizzazione

Un modello economico globale nel quale al capitalismo sfrenato, al libero commercio e ai diritti delle corporazioni transnazionali viene dato maggior valore della democrazia della sovranità, dei diritti umani e della sostenibilità.

Armonizzazione

Un'eufonica parola per una serie di regole. In pratica, è un'altra parola per "armonizzazione verso il basso", dato che è tutto un imbroglio contro qualunque aspirazione di armonizzazione verso l'alto a causa del dominio corporativo nell'ambito delle istituzioni che stabiliscono le regole, della natura consensuale della legge internazionale e della mancanza di volontà da parte delle nazioni sviluppate di aiutare quelle meno sviluppate a saltare oltre uno sviluppo scorretto.

Accordi Ambientali Multilaterali (MEAs)

Questi sono trattati internazionali sui quali i sostenitori del libero commercio ritengono che il WTO dovrebbe avere la meglio, anche se hanno una posizione paritaria nella legge internazionale. Adesso sono in atto dei tentativi per inserire nei nuovi MEAs delle "clausole di supremazia" (ad esempio, i trattati POPs) onde garantire che il WTO abbia la precedenza sui MEA. Tuttavia altri sostenitori del libero commercio vogliono fissare la limitazione che gli standard e i regolamenti ambientali possano essere stabiliti esclusivamente attraverso i MEAs - non consentendo accordi di carattere locale, nazionale o regionale. Entrambe queste idee significano disastri.

Trattamento di Nazione Più Favorita

Tutti i paesi vanno trattati allo stesso modo, non importa quanto distruggono l'ambiente globale, abusano dei lavoratori o dei diritti umani, e non importa quanto poco peso economico e politico possano avere per resistere a investimenti o commerci disonesti, o per competere con nazioni più grandi (vedere Non-Discriminazione).

Accordo Multilaterale sugli Investimenti (MAI)

Un accordo di liberalizzazione che riguarda gli investimenti piuttosto che i beni e i servizi. Concederebbe ai capitalisti dei diritti che ridurrebbero drammaticamente la capacità dei governi di decidere i tipi di investimento straniero consentiti nei loro paesi ed i termini di ingresso e di operazione.
Questo accordo, proposto dalla Organizzazione di Cooperazione e Sviluppo Economico (OECD) - il club delle 29 nazioni più ricche - è stato rinviato a causa di una protesta organizzata da un movimento attivista globalizzato. Il NAFTA include già molte disposizioni sugli investimenti che sono state proposte sotto il MAI.

NAFTA

Accordo Nord Americano sul Libero Scambio, che ha stabilito WTO e MAI come norme nell’ambito di un accordo commerciale per Canada, Messico e Stati Uniti.

Trattamento Nazionale

Tutte le compagnie straniere devono essere trattate allo stesso modo di quelle nazionali, indipendentemente dalle pratiche ambientali, sindacali o sociali del paese importatore, e indipendentemente dalla necessità di proteggere un'economia locale da investimenti stranieri, importazioni o commerci in sostanze problematiche come rifiuti tossici o sigarette.

Non-Discriminazione

Un termine che di per sé viene adoperato con grande discriminazione per alludere soltanto alle discriminazioni contro il diritto di un Paese a commerciare e non, ad esempio, il suo diritto a proteggere il proprio ambiente o gli spazi verdi che sono patrimonio comune del pianeta. In realtà, sembra che il WTO vada fiero del fatto che esso non può distinguere tra il commercio sostenibile e responsabile e quello non sostenibile e irresponsabile - chiaramente una lacuna di una mente discriminante. Questo termine viene usato come scusa per abbassare gli standard sociali ed ambientali ai più bassi livelli di comune denominatore.

Misure di Produzione e Trasformazione (PPMs)

Come le cose vengono fatte, coltivate, procacciate o lavorate (ad esempio, inquinando o meno, usando lavoro minorile o meno), il che viene ritenuto irrilevante dalle regole del WTO.

Proporzionalità

L'idea che una misura ambientale o sociale messa in atto da un governo non debba scontrarsi col commercio in misura tale da non essere in proporzione col problema ambientale in questione. In altre parole, i problemi sociali od ambientali non possono mai essere considerati più importanti del commercio.

Protezionismo

Un termine peggiorativo di “protezione” (la vera forma sostantiva di “proteggere”), implica che le protezioni economiche, sociali ed ambientali sono motivate da interessi egoistici.

Restrizioni Quantitative

Proibizioni o limitazioni al commercio di sostanze o prodotti. Il WTO non ammette "restrizioni quantitative", anche quando la proibizione o la limitazione protegge l’ambiente o la salute pubblica.

Barriere Tecniche al Commercio (TBT)

Andiamo sul tecnico! Quello di cui si parla in realtà sono leggi - le vostre leggi, le mie leggi, le nostre leggi. Un altro accordo (Accordo TBT) sotto il WTO che cerca di eliminare le TBT.

Barriere al Commercio

Qualunque cosa possa limitare i profitti ricavati tramite commercio o investimento.

Distorsione Commerciale

Termine usato per descrivere gli effetti delle "barriere al commercio". Non usato per descrivere gli effetti delle "distorsioni" consentite nell'economia reale, caricandone i veri costi sulle comunità e l'ambiente.

Liberalizzazione del Commercio

Libertà di consentire alle corporazioni transnazionali e ai governi di scaricare i costi ambientali e sociali sul pianeta e sulla sua popolazione (vedere Libero Commercio).

Guerre Commerciali

Secondo il WTO, sono quelle che avvengono quando i paesi reagiscono contro le tariffe. Non sono quelle che avvengono quando il WTO permette ai paesi di sanzionarsi uno con l'altro se mancano di abbattere il democratico processo decisionale (come sta attualmente avvenendo tra Europa e Stati Uniti riguardo alla questione dell'ormone bovino).

Diritti di Proprietà Intellettuale Connessa al Commercio (TRIPS)

Il soggetto di un accordo WTO il quale prescrive che tutto il mondo adotti la legislazione sui brevetti di tipo statunitense. Può essere usato per togliere alla gente la tradizionale proprietà dei diritti sui propri semi, ricette, metodi e materiale genetico. Può essere usato per negare ai paesi in via di sviluppo le appropriate tecnologie (ad esempio, quelle per la riduzione al minimo dei rifiuti). L'Accordo sui TRIPs prova che il WTO non è dedito principalmente al "libero commercio", dato che l'Accordo in realtà legifera contro il libero commercio. Piuttosto, il WTO è dedito a dare alle corporazioni transnazionali quello che vogliono.

Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO)

Un'organizzazione comune designata a limitare la regolamentazione governativa del commercio e degli investimenti ad una serie di regole. Ma poiché queste regole sono state create principalmente dalle più grandi delle nostre corporazioni, tali regole sono state definite principalmente per queste corporazioni. Sono diventate una Costituzione Globale Corporativa e una "Carta dei Diritti" che nega diritti alla popolazione e all'ambiente.